Manuel Lezaeta Acharan
Formulatore della Dottrina dell'equilibrio termico

Il predestinato propugnatore della medicina naturale, Manuel Lezaeta Acharan, nacque a Santiago del Cile il 17 Giugno 1881.
Dopo varie vicissitudini, fra le quali anche una grave malattia contratta in gioventù quando ancora frequentava la facoltà di medicina all'Università del Cile di Santiago, conseguentemente guarita con l'igienistica naturale di Padre Taddeo dopo aver vanamente provato tutte le cure e sussidi medici praticatigli dai suoi stessi professori di Università che non riuscirono a guarirlo, intravede la luce di quella che doveva essere la verità della medicina.

Fedele al giuramento fatto a Padre Taddeo che, se avesse ottenuto la totale Guarigione avrebbe rinunciato agli studi della medicina ufficiale ed avrebbe seguito le sue orme, si dedicò allo studio ed alla ricerca per approfondire il sapere di quello che fu il suo maestro.

Per nove anni stette al fianco di Padre Taddeo facendo tesoro di quanto potè insegnargli; nel frattempo si iscrisse alla facoltà di legge diventando avvocato, professione che mai esercitò in quanto il suo ideale divenne la medicina naturale dedicando tutte le sue forze per poter enunciare la dinamica delle "miracolose" guarigioni che si ottenevano con le pratiche naturali.

Dopo la partenza di Padre Taddeo per la Colombia, Manuel Lezaeta già ricco di esperienze ed insegnamenti studiò i libri dei precursori dell'igienismo e di quanto su di essi fosse stato scritto.

Capì che, benchè in ogni pensiero prevalesse uno specifico orientamento terapeutico sulla dinamica curativa, in ultima analisi tutti evidenziavano il fine unico: la decongestione e la eliminazione delle tossine del residuo organico per evitare la formazione di quel terreno che dà la possibilità dello sviluppo e della proliferazione dell'insorgenza batterica.

Con questa deduzione concluse la sua ricerca che si concretizzò con la formulazione del dottrinale concetto dell'equilibrio termico fra le temperature interna ed esterna del corpo il quale è il fulcro del moderno igienismo presentato nel suo ultimo e bel libro dal titolo "la medicina naturale alla portata di tutti".

Il suo ulteriore apporto alle pratiche idrotermoterapiche viene dato con l'introduzione del lavaggio del sangue a vapore ed al sole e, con il primo studio sulla dietetica curativa ossia, sull'utilizzazione dell'alimento non congestionante.

Come il suo maestro, Manuel Lezaeta Acharan, dedicò la sua esistenza aiutando tutti coloro che a lui ricorsero chiedendo aiuto poiché, dopo aver provato tutti i sussidi medici, non avevano acquistato la salute.
Se Padre Taddeo in certo qual modo fu rispettato e tollerato dalla classe medica, Manuel Lezaeta Acharan fu perseguitato, denunciato di abuso di professione medica e processato però, come i suoi predecessori, Priessnitz, Kneipp, Khune anche lui alla fine ebbe soddisfazione dalla giurisprudenza cilena che sentenziò quanto segue: "Non è abuso della professione medica insegnare e consigliare l'utilizzo di elementi naturali quali il cibo, l'aria, l'acqua, la luce, il sole e la terra poiché non vi è nessuna legge che lo possa tacciare: nessuna pratica naturista costituisce abuso di professione medica poiché queste scelte costituiscono una precisa scelta di vita".


Come detto malgrado tutti i processi che dovette subire Manuel Lezaeta Acharan seguì imperterrito la sua titanica opera di divulgazione ed insegnamento aiutando quanti chiedevano il suo aiuto. Diede vita anche all'Associazione dei Cultori della Vita Naturale nella cui sede tuttora si pratica la divulgazione dei concetti della Medicina naturale affinchè ogni persona impari ad autogestire la propria salute e quella dei suoi cari.

Stanco, ma anche confortato nel saper di aver adempito alla promessa fatta al suo Maestro Padre Taddeo e, di aver a sua volta ammaestrato una schiera di allievi che avrebbe proseguito con la sua opera e mantenuto vivo l'ideale per il conseguimento della salute delle future generazioni, si lasciò morire il 24 settembre del 1959-.

naturopatia<grandi naturopati<manuel lazaeta acharan